Grandi protagonisti ad Adria nella seconda prova della IAME Series Italy

Un gran caldo di fine luglio ha accompagnato per tutto il weekend di Adria i 125 piloti presenti in questo secondo e avvincente appuntamento della IAME Series Italy, con tanti protagonisti alla ribalta che stanno esaltando questa interessante edizione 2020. Le gare, come nella scorsa prima prova di Jesolo, non hanno mancato di mettere in evidenza le qualità agonistiche di tanti primattori e l’avvento di diversi nomi nuovi.

 

Cuman sorprendente nella X30 Senior

Nella X30 Senior, con 45 piloti, è sorprendente il trend in crescendo di Niccolo’ Cuman (#334 BM Karting Team/Parolin), mattatore della Finale dopo il terzo posto in qualifica e il terzo posto nelle manche. In Finale Cuman dimostra un potenziale davvero difficilmente contrastabile dai suoi due maggiori protagonisti di inizio weekend, ovvero Edoardo Villa (#342 Team TBKart/TBKart) che sembrava imbattibile dopo le manche, e Danny Carenini (#315 Team Autoeuropeo/Tony Kart), miglior tempo assoluto in prova e ottimo anche nelle manche. Cuman dalla terza posizione in griglia di partenza prende invece ben presto il sopravvento, mettendosi dietro Villa e Carenini fin sul traguardo. Fra i migliori anche Brando Pozzi (#318 Top Kart) e Cristian Comanducci (#339 Team Pacitto/Tony Kart) che si piazzano rispettivamente quarto e quinto. Il vincitore della prima prova di Jesolo Giorgio Amati (#328 Parolin) questa volta deve accontentare della 19ma posizione.

 

Debutto vincente per Al Dhaheri nella Junior

Così come la X30 Senior, anche la X30 Junior  vede al via un bel numero di piloti, ben 42 giovani, tutti decisi a ottenere il successo. A mettere tutti d’accordo è stato però il pilota degli Emirati Arabi Rashid Al Dhaheri (#220 Team Ippoliti/Parolin), incredibilmente competitivo al suo debutto nella Junior dopo essersi rivelato in questi anni fra i più forti protagonisti della Mini. Ad Adria Al Dhaheri si trova subito a proprio agio nella categoria superiore e si prende tutto, dalla pole position in prova alla vittoria nelle due manche, fino alla Finale dove è andato a vincere con autorità. Alle sue spalle si sono piazzati Federico Rossi (#212 Team Pacitto/Tony Kart) che si era proposto in testa a inizio Finale, e Andrea Barbieri (#234 Team TBKart /TBKart). Il vincitore di Jesolo, Sebastiano Pavan (#215 Team Driver/KR), si classifica buon quarto, mentre Manuel Scognamiglio (#236 Team Gamoto/Tony Kart) è autore di una gran bella rimonta di dodici posizioni fino a conquistare il quinto posto.

 

Kastelic sopra tutti nella X30 Mini

Bella griglia anche nella X30 Mini, con 22 giovanissimi particolarmente competitivi. A prevalere su tutti è lo sloveno Mark Kastelic (#107 Team Driver/KR), che fa valere la sua preparazione agonistica, così come Enea Frey (#132 Team Gamoto/Tony Kart) e Tiziano Monza (#106 Team Driver/KR) terminati sugli altri due gradini del podio di Adria. Ottima gara anche per l’altro sloveno Aleksander Bogunovic (#114 ABA Racing/Tony Kart) che conclude quarto davanti al giovanissimo Dean Hoogendoorn (#133 Team Gamoto/Tony Kart). Il dominatore di Jesolo, Riccardo Nostran (#121 Team Driver/Parolin) conclude 14mo.

 

Donadei gran vittoria nella X30 Master

Uno dei più longevi piloti italiani di kart, Tino Donadei(#408 Evokart), il “sempreverde” campione di tante battaglie, si prende un’altra bella soddisfazione andando a vincere questa seconda prova della Iame Series Italy in un weekend disputato tutto di rimonta a causa di una sessione di qualifiche andata malissimo. Donadei recupera fino al quarto posto in Prefinale e poi si porta subito in testa nella Finale controllando fino alla fine Gianni Zani (#442 BirelArt) vincitore della Prefinale, e il vincitore di Jesolo Danilo Lucchese (#415 BirelArt). Quarto si piazza Andrea Scanferla (#403 Modena Kart Service/Tony Kart), quinto Riccardo Pini (TBKart).

 

Buran prevale in KZ-I

Nella nuova categoria KZ-I, dominio netto per Alessandro Buran (#604 Team Renda/BirelArt). Buran prevale fin dalle prove di qualificazione, poi anche in Prefinale e quindi in Finale dove si impone su Filippo Calligaris (#612 OK1 Racing Team/OK1) e Justin Van Der Schaft (#606 Team CKR/CKR). Costretto al ritiro Pietro Armanni (#602 Intrepid).

La KZ-I è un nuovo progetto IAME per ampliare l’offerta e coinvolgere i piloti KZ, grazie al motore Screamer III particolarmente competitivo, vincitore anche nel recente Trofeo d’Estate a Lonato. Sempre più piloti si stanno avvicinando al format e alla categoria che è partita anche in Francia, Norvegia e  Germania, tanto che sarà presente anche agli I-Games di novembre a Portimao.

 

Tutti i risultati nel sito http://youcrono.it/Pagina/3154/IameSeriesRnd2

 

Prossimo appuntamento il 2 agosto sul Circuito Internazionale di Siena. Le iscrizioni sono già aperte.