A Castelletto di Branduzzo è iniziato il rush finale della IAME Series Italy
Alla ripresa della IAME Series Italy dopo le prime tre prove di Jesolo, Adria e Siena, il round 4 del campionato è ospitato presso Circuito Internazionale 7 Laghi di Castelletto di Branduzzo (Pavia) con bei numeri e un bel paddock. Soprattutto la X30 Junior e X30 Senior hanno presentato ancora una volta schieramenti importanti, tanto da dover ricorrere a due serie di prove cronometrate e alle manches di qualificazione per determinare i 34 finalisti di ogni categoria. Continuano a proporre un’ottima competitività anche i giovanissimi della X30 Mini e i più esperti della X30 Master, con gare di qualità che non hanno mancato di proporre tanti protagonisti.

 

Nella X30 Junior dominio di Federico Rossi
La X30 Junior ha visto Federico Rossi (#212 Team Pacitto/Tony Kart) dominare la scena fin dalle prove con il miglior crono assoluto, per andare poi a cogliere le vittorie in tutte e due le manche e imporsi con autorità in Finale con un vantaggio netto su Christian Ho (#259 Team Driver/KR) e Francesco Marenghi (#255 Team Driver/KR) che si sono giocati in volata le altre due posizioni del podio. Fra i migliori anche Nicola Lacorte (#257 Team Driver/KR) che ha concluso in quarta posizione, con Lukas Malek (#250 Zanchi Motorsport/Parolin) quinto per un soffio davanti a Andrea Barbieri (#234 TBKart/TBKart) e Matteo Segre (#229 OK1 Racing Team/OK1), mentre in classifica Mattia Jentile (#224 Autoeuropeo/Top Kart) è terminato ottavo e Giulio Olivieri (#275 Righetti Ridolfi) nono, ambedue retrocessi per penalizzazioni. Riccardo Leone Cirelli (#210 Autoeuropeo/Tony Kart) si è dovuto accontentare della decima piazza dopo essersi messo in evidenza in prova con il miglior crono della seconda serie. Costretto alle retrovie Andrea Pirovano (#225 Feroce Motorsport/KR) dopo aver brillato in prova e nelle manche. In campionato Federico Rossi si conferma leader della categoria.

 

Nella X30 Senior Arnaud Malizia sorprende in finale
Anche al 7 Laghi è proseguito il duello fra i due principali antagonisti della X30 Senior, ovvero Danny Carenini (#315 Autoeuropeo/Tony Kart) e Edoardo Ludovico Villa (#342 TBKart/TBKart),ma a gioire questa volta è stato soprattutto il francese Arnaud Malizia (#320 Autoeuropeo/Tony Kart), già in luce nelle prove con il miglior tempo nel gruppo-1. Nella X30 Senior si è deciso tutto nelle ultime curve della finale, quando Villa ha cercato di attaccare la prima posizione di Carenini innescando un contatto. Ad approfittarne è stato chi in quel momento era terzo, ovvero il nuovo compagno di squadra di Carenini, Arnaud Malizia, che si è involato verso il traguardo, concludendo con la vittoria davanti a Villa e Carenini. L’incidente ha avuto però un seguito a fine gara, Villa per la sua manovra è stato penalizzato di 10 secondi, il secondo gradino del podio è quindi passato a Carenini, mentre sul terzo gradino è salito Valentino Baracco (#337 Kalì-Kart) che ha così concluso al meglio un buon weekend di gara. A Carenini è rimasta la soddisfazione del dominio in prova con il miglior crono assoluto, la vittoria in tutte e due le manche, e soprattutto aver acquisito un ulteriore vantaggio nella leadership di campionato. Fra i più veloci anche Enzo Trulli (#360 BirelART) che ha concluso quarto, e Brando Pozzi (#318 Top Kart) con il quinto posto finale.

 

Nella X30 Mini gran duello fra Kastelic e Bogunovic
Anche sul circuito 7 Laghi la X30 Mini ha visto diversi protagonisti, fra tutti sono emersi i due sloveni Mark Kastelic (#107 Team Driver/KR) e Aleksandar Bogunovic (#114 ABA Racing/Tony Kart), grandi interpreti di questa quarta prova. Nelle crono la differenza fra i due è stata di soli 14 millesimi di secondo a favore di Kastelic, in Prefinale ha avuto la meglio Bogunovic, ma il gran duello che si è sviluppato in finale ha dato ragione a Kastelic in un emozionante arrivo in volata. A fine gara Bogunovic ha ricevuto una penalizzazione di 5 secondi per lo spoiler fuori posizione, ma questo non diminuisce la sua bella prova conclusa ugualmente in seconda posizione. Terzo in finale si è piazzato Riccardo Guglielmo Nostran (#121 Team Driver/Parolin) che ha vinto il duello su Dylan Turri (#178 PKT Swiss/Tony Kart) e su Filippo Tornaghi (#146 Ghidella/KR), mentre l’olandese Dean Hoogendorn (#133 Parolin) si è piazzato sesto davanti a Cristian Biasatti (#111 KR), Filippo Sala (#108 KR), Riccardo Salemi (#159 Team Driver/KR) e Mauro Paladini (#148 GP Racing). In campionato il comando della classifica è nelle mani di Kastelic.

 

A Gianni Zani la finale della X30 Master
Diversi i protagonisti del weekend anche nella X30 Master. In prova era riuscito a realizzare il miglior tempo Loris Mattia Ronzano (#407 GP Racing) davanti a Riccardo Pini (#406 TB Kart), con quest’ultimo che poi si è imposto in Prefinale precedendo Alessandro Pandolfi (#444 Top Kart) e Gianni Zani (#442 Tony Kart). In finale, prima è stato costretto al ritiro Ronzano, e poco dopo anche Pandolfi mentre stava conducendo la gara. In testa è così passato Zani che ha proseguito al comando fino al termine della finale, vinta con un buon vantaggio su Pini, mentre Filippo Mosca (#412 Parolin) si è precluso il terzo posto per una penalizzazione di 5 secondi. Terzo si è quindi classificato Riccardo Pedrola (#436 Tony Kart). In quarta posizione a un soffio dal podio è terminato Andrea Monaci (#404 KR). Il leader di classifica Danilo Lucchese (#415 BirelART) si è piazzato quinto.

 

Tutti i risultati nel sito:
http://kart.ficr.it/index.php?p=Ym9keV9yZXN1bHRzX3N0cnVjdC5waHA/cF9Db2RpY2U9NDYmcF9
Bbm5vPTIwMjAmcF9NYW5pZmVzdGF6aW9uZT0zJnBfTGluZ3VhPUlUQQ==

Prossimo appuntamento con la IAME Series Italy l’8 novembre ad Adria.